Il laboratorio di giornalismo sportivo prende il via con il Perugia che salva i pay-off

L

o sport insegna a scrivere

Da sempre siamo convinti che #losportinsegna.
Ne abbiamo fatto uno dei nostri motti, oltre che un ciclo di eventi.
I campioni dello sport sono espressione dell’impegno sia fisico che mentale a dare il meglio di noi stessi. Per questo abbiamo incoraggiato i nostri ragazzi a cimentarsi nel Laboratorio di Giornalismo Sportivo.
Il Laboratorio consente agli studenti di cimentarsi a livello pratico con una situazione verosimile al contesto lavorativo. La realtà di gruppo redazionale è efficace per riuscire a declinare le potenzialità comunicative di ognuno, misurandosi con un giornalismo di settore e di confronto.

Obiettivi del laboratorio di giornalismo sportivo

  • Il progetto di Giornalismo Sportivo intende guidare i nostri ragazzi in un percorso per:
  • allenare le proprie capacità comunicative
  • individuare il collegamento tra il percorso di studi e il mondo del lavoro e della professione sportiva
  • essere consapevole del proprio ruolo all’interno di un gruppo
  • acquisire una buona capacità di racconto di attività sportive
  • partecipare alla realtà sportiva nel territorio in cui vivono
  • sensibilizzarli verso gli aspetti dell’attualità nel campo dello sport.

Pubblichiamo il primo articolo redatto dai nostri studenti Francesco Alunni e Valentina Luna, del primo anno dell’Istituto Paritario Leonardi AFM, con i complimenti del docente d’italiano.

IL LATINA SALVA L’ONORE, IL PERUGIA I PLAYOFF

Ad una giornata dalla fine i Grifoni restano in piena corsa per la promozione indiretta, complice la vittoria in extremis del Benevento sul Frosinone. Tra i nerazzurri, già retrocessi, si mettono in mostra l’autore della doppietta De Giorgio e il giovane Di Nardo.

 Latina-Perugia ha visto contrapporsi la voglia di uscire a testa alta dal campionato da parte dei laziali e la tenacia degli umbri di agganciare i playoff.

Al Francioni scende in campo un Perugia in emergenza con molte seconde linee, ma il match arbitrato da Nasca inizia proprio sotto il segno dei Grifoni. Al 1’ i ragazzi di Bucchi conquistano già un calcio d’angolo e gli avversari rispondono soltanto all’8’ con un tiro di De Giorgio che termina ampiamente sopra lo specchio. I biancorossi reagiscono cinque minuti più tardi: Mustacchio s’invola sulla destra e crossa in area per Nicastro, con Grandi ormai battuto. La sfera colpisce la traversa ma l’attaccante perugino viene pescato in fuorigioco. Momento di fuoco per gli ospiti che sfiorano ancora il goal con una gran botta dai 25 metri di capitan Del Prete, De Grandi è attento. A riprovarci al 19’ è il solito Nicastro, che sbaglia la torsione di testa in quello che è il suo fondamentale migliore. Acampora viene ammonito ma al 23’ arriva l’agognato vantaggio del Perugia ad opera di Mustacchio, che ribatte a rete un tentativo da fuori dello stesso centrocampista napoletano. Tutto vanificato quando, otto minuti prima dell’intervallo, Brignoli travolge Di Nardo dentro all’area: ammonizione e rigore trasformato da De Giorgio. Da registrare l’infortunio di Del Prete che lascia spazio al promettente Dossena. Dunque si va negli spogliatoi sul risultato di 1-1.

Si riparte con un cambio per la squadra di casa: fuori il vivace Di Nardo, dentro il giovane Rolando. Al 50’ Dezi sfiora il sette con un pallonetto ai danni di un Grandi fuori causa. Altra sostituzione, questa volta tra le file del Perugia, con Terrani che rileva un evanescente Guberti.

Tre minuti più tardi il Latina sfrutta un errore di Brighi ma la palla di De Giorgio finisce in curva. Terza ed ultima mossa di Bucchi: esce tra gli applausi l’ex Alhassan per dare spazio al frizzante esterno d’attacco Di Nolfo, classe 1998. La scure di Nasca colpisce anche Matteo Brighi, che al 61’ stende l’autore del pareggio del Latina. Proprio Di Nolfo si mette in luce concludendo di mancino da fuori area con la sfera che esce di pochissimo. Il taccuino del direttore di gara accoglie anche Monaco e Bruscagin prima che, al 72’, Dezi riporti il Perugia in vantaggio siglando il suo settimo goal in campionato. Vivarini tenta il tutto per tutto: Negro e Jordan rilevano Maciucca e Pinato. I cambi portano buoni frutti al Latina tanto che i nerazzurri conquistano un calcio di rigore in zona cesarini, complice un disattento Terrani. All’83’ De Giorgio firma la seconda marcatura su penalty. Nonostante i tentativi del Perugia nel recupero con Acampora, Mustacchio e Dezi, allo storico di Nasca si aggiungeranno soltanto gli ammoniti Negro e Mustacchio. Onore alla prestazione d’orgoglio del Latina e un punto “d’argento” in chiave playoff per il Perugia, in virtù della vittoria del Benevento contro la terza pretendente diretta alla Serie A Frosinone.

ISTITUTO PARITARIO LEONARDI

Gli studenti della classe prima:

Francesco Alunni

Valentina Luna