Maturità 2019, i risultati dell’istituto Paritario Leonardi

Un anno fantastico quello scolastico appena concluso, che ha premiato ancora una volta gli sforzi fatti da studenti e docenti dell’Istituto Paritario Leonardi per gli Esami di Maturità 2019.

Per prima cosa vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno sostenuto gli Esami di Stato. Grazie per l’impegno dimostrato nel preparavi a questo momento così importante per la vostra vita e per il nostro lavoro.

La Maturità rappresenta anche per tutti i docenti coinvolti una sorta di prova finale, dove vengono messe alla prova le capacità di insegnamento e di stimolazione al pensiero critico che ogni buon professore dovrebbe saper trasmettere ai propri studenti.

I numeri della Maturità 2019

Maturità Paritario LeonardiLa maggioranza degli studenti dell’Istituto Paritario Leonardi ha superato le prove d’esame totalizzando un punteggio medio superiore a 80/100;

un vero successo per tutto il corpo dicente dell’Istituto che aveva fissato come obiettivo una votazione media superiore al 70/100.

A due studenti in particolare, Naomi Segazzi e Tommaso Nestri della classe 5B, vogliamo fare i nostri complimenti per aver raggiunto il voto massimo;

su un totale di 4 classi registriamo un’ottima percentuale di promossi, anche se non tutti i ragazzi hanno superato le prove finali di maturità.

Siamo sicuri di poter raggiungere per il prossimo anno l’obiettivo 70/100 anche per questi studenti!

Alcuni post dei nostri (ex)studenti..

e commoventi messaggi ai proff

Buonasera Andrea (prof. di gestione aziendale AFM, ndr), ti scrivo per ringraziarti di tutto. Per le lezioni tenute durante l’intero anno, ti ringrazio per la pazienza che mi hai dedicato. Ti sono riconoscente per avermi messo a mio agio, nel giorno del confronto. Siete un team fantastico, tutti inclusi nessuno escluso. Avete, oltre tutto, una chiave di lettura dedicata ad ogni singolo alunno. Rivestite un ruolo importante, fatto di sacrifici e di impegni. Siete gli addetti all’istruzione (una responsabilità per molti ma non certo per tutti ). In età adolescenziale non rivolsi attenzione ai temi della scuola né riconobbi la sua importanza. Studiare espande la mente, amplia gli orizzonti, demolisce le barriere razziali… ecco appunto, l’efficacia dello studio al quale nessuno dovrebbe sottrarsi. È vero “leggere è faticoso e del tutto innaturale – come sostiene Annamaria Testa – e lo studio ne diventa il suo prossimo derivato”. Ma in mezzo ci siete stati voi, registi di un capolavoro. Il capolavoro di averci consegnato gli strumenti per affrontare le tre prove che tutti temono.

Grazie infinite.
Con stima e affetto.
Un semplice alunno.