Maturità 2020 e valutazione finale: tutte le novità per la nostra scuola

Scopriamo insieme cosa hanno stabilito le ultime Ordinanze del MIUR sull’esame di Maturità 2020, sui criteri per la valutazione finale e per il recupero degli apprendimenti.

Esame di Maturità 2020

Come era già stato anticipato, l’Esame di Maturità 2020 consisterà in un’unica prova orale. Lo ha ribadito e ufficializzato l’Ordinanza del MIUR n.10 del 16 maggio.

Si inizia il 17 giugno alle 8:30. La commissione, in una riunione preliminare che si terrà il 15 giugno, estrarrà la lettera alfabetica dalla quale si inizieranno a esaminare i candidati e predisporanno i materiali oggetto della prova orale.

Massimo 5 studenti al giorno sosterranno l’esame, che, ricordiamo, si svolgerà in presenza.
La Commissione, come sappiamo, è composta da professori interni ad eccezione del Presidente.

La prova d’esame durerà 60 minuti circa e avrà un punteggio massimo di 40 punti. I crediti scolastici saranno massimo 60, per dare il giusto valore al percorso scolastico di ciascun studente .

Il voto massimo finale possibile resta, come sempre, 100/100 con lode.
Anche i PTCO (ex Alternanza Scuola-Lavoro) concorrono alla definizione del credito scolastico e saranno oggetto di valutazione durante il colloquio con apposito elaborato realizzato dallo studente.

Le misure di sicurezza per l’esame attivate all’interno del nostro Istituto

In ottemperanza alle direttive del MIUR, nel nostro Istituto sarà assicurata la pulizia quotidiana di tutti gli spazi e delle aule dove si tengono le prove (che verranno pulite dopo ogni colloquio).

Tra i candidati e i commissari è previsto un distanziamento di 2 metri e la mascherina sarà obbligatoria. I guanti non sono necessari perché all’interno dei nostri locali saranno a disposizione prodotti igienizzanti.

È consentito massimo un accompagnatore per studente che dovrà rispettare le stesse regole di distanziamento e indossare la mascherina.

Come è organizzata la prova orale

La prova orale prevede:

  1. Discussione di un elaborato inerente le discipline di indirizzo, ad ogni studente viene assegnato, dai docenti, un argomento fra quelli svolti durante l’anno scolastico, entro il 1 giugno. I docenti possono scegliere se assegnare a ciascuno studente un argomento diverso, oppure assegnare a tutti o a gruppi di candidati lo stesso argomento. Questo elaborato dovrà essere inviato dal candidato ai docenti tramite posta elettronica entro il 13 giugno;
    In questo periodo i nostri docenti saranno a disposizione degli studenti per qualunque chiarimento rispetto all’elaborato assegnato.
  2. Discussione di un testo di letteratura italiana, oggetto di studio durante il quinto anno;
  3. Analisi del materiale selezionato dalla commissione prima di ogni giornata di colloquio. Il materiale è costituito da un testo, un documento, un’esperienza, un progetto, un problema.
  4. Esposizione, tramite una breve relazione o un elaborato multimediale, dell’esperienza di PCTO;
  5. Verifica delle conoscenze e le competenze previste dalle attività di “Cittadinanza e Costituzione“.

Valutazione finale e ammissione alla classe successiva

In base all’Ordinanza del MIUR n.11 del 16 maggio, la valutazione finale degli studenti dal primo al quarto anno, avverrà sulla base di quanto effettivamente svolto nel corso dell’anno, in presenza e a distanza. Gli studenti che hanno accumulato voti inferiori a 6 decimi potranno comunque essere ammessi alla classe successiva.

Tuttavia, chi viene ammesso con insufficienze, dovrà seguire un piano individuale di recupero, predisposto dai docenti. L’integrazione degli apprendimenti inizierà il 1 settembre 2020 e potrà proseguire, se necessario, durante tutto l’anno scolastico 2020/2021.

Siamo pronti ad accogliere studenti di altri Istituti che vogliono recuperare eventuali insufficienze, qualunque sarà la modalità didattica indicata dal MIUR per il rientro a scuola. I nostri spazi e le nostre aule verranno adeguate per accogliere gli studenti nel rispetto delle normative. I nostri docenti sono disponibili a rimodulare orari e presenze per poter seguire in presenza o online i ragazzi. Abbiamo a disposizione tecnologia e competenze per proseguire la didattica online continuando a perseguire gli obiettivi formativi programmati e rimanere vicino ai nostri studenti.

La possibilità di non ammissione all’anno successivo è prevista solo in casi molto specifici, individuati dall’Ordinanza.

Ci siamo quasi!

Manca davvero poco all’inizio degli esami di Stato. Noi dell’Istituto Paritario Leonardi in questo difficile periodo abbiamo continuato a preparare al meglio i nostri ragazzi per ottenere un ottimo risultato, anche attraverso la didattica online. Gli obiettivi formativi sono stati perseguiti grazie all’impegno condiviso di docenti e studenti, attraverso le lezioni online e la piattaforma e-learning. I nostri studenti hanno dimostrato in questo difficile periodo di emergenza grande maturità e siamo certi che arriveranno preparati e sereni a questo importante traguardo.

La nostra scuola affronterà l’Esame di Maturità 2020 con le stesse competenze e con la stessa filosofia di sempre, mettendo al primo posto la sicurezza di tutti. Ci vediamo in classe a giugno, ragazzi!